Flora intestinale: Funzioni e benefici

Flora intestinale: Funzioni e benefici

Sicuramente hai sentito parlare molte volte della 'flora intestinale', ad esempio negli annunci di yogurt. Ma è davvero così importante? Quali funzioni svolge nel nostro corpo? Scopriamo la risposta a queste e altre domande.

La flora intestinale, chiamata anche microbiota, è un insieme di microorganismi che vivono in simbiosi nel nostro intestino. Conviviamo con questi microorganismi poco dopo la nascita e ci accompagnano lungo tutta la nostra vita.

La flora intestinale ci offre un prezioso aiuto per la nostra salute e il nostro benessere:

  • Nutrizionalmente: Favorisce l'assorbimento di composti come vitamine e minerali. In effetti, alcune vitamine come la vitamina K (utile per la cicatrizzazione delle ferite) e alcune del gruppo B (come la vitamina B6 che regola il corretto funzionamento di zuccheri, grassi e proteine) non riusciremmo ad assorbirle da soli.
  • Protezione: Il sistema digestivo è la parte del nostro corpo che riceve più attacchi da parte di batteri patogeni, con il 90% degli attacchi totali. La flora intestinale funge da barriera protettiva per evitare che la maggior parte di questi attacchi ci colpisca.
  • Immunologica: Aiuta a combattere batteri, virus o malattie che sono riusciti, in qualche modo, ad entrare nel nostro organismo. Attiva e rafforza il sistema immunitario aumentando le nostre difese e accelerando il nostro tempo di recupero.

Di cosa è composta?

È formata da circa 100 trilioni di batteri benefici per il nostro organismo, più della quantità di stelle nella Via Lattea! Questi batteri si dividono in 4 gruppi principali e nel nostro corpo formano circa 400 specie diverse, anche se studi scientifici condotti nel corso degli anni hanno scoperto che esistono circa 2.000 specie diverse.

Per avere un'idea dell'importanza della flora intestinale per noi, si stima che il peso totale di questi batteri benefici nel nostro organismo sia di 300 a 600 grammi, arrivando in alcuni casi conosciuti fino a 2 kg, più di un fegato! Sapere questo ci aiuta a capire quanto sia importante una flora intestinale sana per noi. È come avere un organo in più!

Cosa influisce negativamente sulla flora intestinale?

Alimentazione povera: La mancanza di fibre e l'eccesso di carne, grassi e zuccheri influiscono negativamente sulla flora intestinale.

Cattive abitudini di vita: Come lo stress, la sedentarietà, il fumo, il consumo di alcol, la mancanza di sonno...

Invecchiamento: Purtroppo questo fattore è al di là del nostro controllo, ma a partire dai sessant'anni, il numero di batteri benefici diminuisce, causando un aumento di malattie, infezioni e sintomi digestivi.

Infezioni virali o batteriche e altre malattie digestive: Alcune come la malattia di Crohn o la colite ulcerosa alterano la flora intestinale.

Trattamenti post-operatori: Come radioterapia o chirurgia.

Farmaci: Anche se in alcuni casi i farmaci aiutano a combattere alcune malattie, il loro uso influisce negativamente sulla flora intestinale, come gli antibiotici.

Viaggi in altre parti del mondo: I batteri della nostra flora intestinale possono soffrire affrontando patogeni di altri luoghi a cui non sono abituati.

Quando la flora intestinale si indebolisce o si verificano squilibri, aumenta la possibilità di contrarre infezioni, allergie, dermatite, nonché problemi digestivi come stitichezza, diarrea, cattiva digestione, gas o distensione addominale.

Come possiamo rafforzare la flora intestinale?

Mangiando alimenti ricchi di fibre: I batteri che fanno parte della nostra flora intestinale si nutrono principalmente di fibre. Frutta, verdura, cereali integrali, legumi, noci e semi sono una grande fonte di fibre.

Evitando zuccheri aggiunti e dolcificanti artificiali (tipici delle bevande a basso contenuto calorico): Questi dolcificanti alterano l'equilibrio della flora intestinale.

Migliorando le nostre abitudini di vita: Avere un orario fisso per andare a dormire e dormire a sufficienza, limitare il consumo di alcol e evitare il fumo, gestire meglio lo stress, fare regolarmente esercizio fisico, tra le altre pratiche ci aiuteranno a mantenere la nostra flora intestinale in salute.

Prendendo probiotici: È come chiedere 'rinforzi'. I probiotici sono batteri vivi presenti in prodotti come yogurt, kombucha o Linal oe, che occupano il loro posto per rafforzare il sistema digestivo.

Prendendo prebiotici: I prebiotici sono nutrienti che servono da alimento per i batteri che compongono la flora intestinale, prendere prodotti con prebiotici aiuta lo sviluppo e il rafforzamento della flora.

Consultando un professionista: Come abbiamo menzionato in precedenza, sono conosciuti circa 2.000 tipi di batteri che possono far parte della flora intestinale, anche se le persone ne hanno circa 400 nel nostro organismo. Questo significa che uno specialista può darci raccomandazioni personalizzate su come curare e rafforzare la nostra flora intestinale.

Prodotti consigliati per rafforzare la flora intestinale:

Linaloe Il fiore all'occhiello per la flora intestinale, la sua combinazione sinergica di fibre benefiche, piante naturali, enzimi vegetali, prebiotici e probiotici, insieme all'Aloe Vera, lo rendono un eccellente alleato per la salute generale.

Luna Per il suo contenuto di piante, alghe marine e fibre, ha un'ottima attività per il controllo del peso e come regolatore intestinale, grazie al suo effetto saziante, stimolante del metabolismo basale, come regolatore intestinale, diuretico e rilassante.

Nella sua formula troviamo anche Gomma Guar e Glucomannano, ricchi di fibre con funzione prebiotica perché servono da alimento naturale per la nostra flora intestinale.

Succo di Aloe 100% naturale L'Aloe Vera è un prebiotico naturale grazie al suo contenuto di polisaccaridi, che servono da alimento naturale per la flora intestinale.



Ce ne sono molti altri, ti consigliamo di esplorare il negozio e scoprire tutte le opzioni.

Posted on 02/04/2024 Home, Notizia 0 2814

Leave a CommentLeave a Reply

Featured articles

Prev
Next